venerdì 23 agosto 2013

Dell' (in)utilità di questo blog

Ebbene sì, sono risorta dal profondo degli abissi, anche se non se n'era accorto nessuno, per cercare di dare un senso a questo blog.
Una gran parte dell'utenza virtuale infatti si concentra sui blog letterari (questi ultimi divisi in chi ha la fortuna di leggere sempre cose meravigliose e chi invece non trova mai nulla di suo gusto, pare) e blog personali.
Il mio, in questo contesto, appare del tutto inutile.
E forse lo è, lo metto in dubbio. Non nego che il blog è nato come un esperimento, io non sono tipo da blog, più che altro detesto parlare troppo e scegliere da sola di cosa parlare.
Io sono convinta però che nulla sia totalmente inutile. Non indirizzo nessuno a leggere questo o quel libro, o a non leggerlo, o cose simili, ma effettivamente questo è un blog sulle mie passioni: i viaggi, la biologia marina, la scrittura.
Alternandoli con alcune opinioni su cose che mi stanno a cuore, parlerò di questi tre argomenti.
Se poi risultano utili a qualcuno, tanto meglio, ovviamente.
Per cui riprenderò a scrivere sul blog, visto che non faccio nulla di male, e metto anche una piccola lista dei prossimi post.

1)La strage dei globicefali nelle isole Fær Øer 
2)Sulle opinioni (come darle senza farsi mandare a quel paese)

2 commenti: